Feeds:
Posts
Comments

Archimista Forum

Finally Archimista (a new opensource archival software) has its own forum.

Actually only who particulate attended to Lombardy Region course (or curse? :-D well nevermind) can download the program.

I hope that beta test will open as soon as possible to all!

Italian Version

Hi mates!

For a year (well, almost two) the “beautiful minds” of Lombardy Region, Piedmont Region, Lombardy Superintendence of Archive, University of Pavia and Codex coop developed a new open source software for archival inventory and reorganization.

So, all of you are invited (with any vegetables you want throw to us) to the presentation of

Archimista

State Archives in Milan (Italy) November, 4th from 11.15 to 13.30 ;-)

For italian people see also the original post and the review of this thesis.

I dedicate this post to the Joint Research Centre – European Commission of Ispra and to Carlo Ferigato who selected for this work one of my fellow student…
Well, she is certainly a skilful cataloguer, but I don’t know if she is able to manage thesaurus or ontologies.
I must say great game and good luck mates :-)
Maybe this post could also help her (and them) ;-).

This post is about multilingual thesaurus or ontologies.

The problem is underlined in several translations of Vanda Broughton’s manual Essential Thesaurus Construction: hierarchical relations (narrower term  and broader term) could be different according to the language.

A simple example.

Continue Reading »

All English

From now on, this blog becomes only in english.

My italian followers could see Frammenti Semantici Culturali

Italian Version

A corollary subject of my phd thesis was the analysis of parallelisms between libriarian and archival world.
One of the points of contact is in the description of agents and in the costitution of authority files.

For those aims, a mapping between FRAD (Functional Requirements for Authority Data) and ISAAR(CPF) (International Standard Archival Authority Record for Corporate Bodies, persons and families) could be useful.

In 2008 the names project developed a mirror mapping between ISAAR, FRAD and EAC (EAC 2004 beta version).

My mapping is quite different:

  • It’s from the point of view of FRAD (instead of ISAAR)
  • It uses the new EAC-CPF
  • It provides some ideas to how express FRAD and ISAAR elements in Topic Maps

Probably it’s a bit rough and incomplete, but if you want to take a look…

edit: it seems that university server has some problems… you can download PDF version here

English version

Aggiornamento 2010-09-23: corretti errori di copia e incolla nei file, migliorata la leggibilità, messa a disposizione una versione PDF

Un argomento corollario trattato nella mia tesi di dottorato, ha riguardato i punti di contatto fra il mondo degli archivi e quello biblioteconomico (nella sezione dal titolo apocalittico “Quando due mondi collidono”).

All’interno di questa sezione vi era un capitolo (dal brillante titolo, brillante si riferisce solo al titolo, “FRADelli di ISAAR”) incentrato su un’analisi delle differenze e delle similitudini fra FRAD (FUNCTIONAL REQUIREMENTS FOR AUTHORITY DATA) e ISAAR(CPF) (International Standard Archival Authority Record for Corporate Bodies, persons and families).

A qualcuno potrebbe servire il risultato di questo capitolo, ovvero una mappatura fra FRAD, ISAAR, il nuovo EAC-CPF, e le (immancabili) Topic Maps (altro tassello nella riflessione sulla possibilità di esprimere descrizioni archivistiche direttamente nel web semantico).

Nel 2008, il names project aveva già sviluppato una mappatura tra ISAAR e FRAD, la mia mappatura si differenzia sostanzialmente in tre aspetti:

  • è dal punto di vista di FRAD (e non dal punto di vista di ISAAR)
  • utilizza il nuovo EAC-CPF invece di EAC beta del 2004
  • fornisce qualche idea su come esprimere gli elementi di FRAD e ISAAR in Topic Maps

Ecco i file in formato ODS, per excel e in PDF. Tutti i file sono rilasciati sotto CC-BY

Edit: il server dell’università è un po’ ballerino… il PDF è disponibile anche qui

Per altri formati contattarmi

Sostanzialmente dopo 4 anni (visto che il progetto è stato presentato nel lontano settembre 2006) ho concluso il mio dottorato.

Avrei voluto scrivere molte cose, considerazioni personali, valutazioni sul corso di dottorato etc.

Alla fine, però, questo mio spazio è un diario di lavoro per cui mi limito a inserire le slide delle mia presentazione “Frammenti semantici. Riflessioni su descrizioni archivistiche e web semantico: il caso dell’archivio Giovanni Testori” (come suggerivo a suo tempo, l’intervento è riassunto nelle note) disponibili su slideshare o come pdf con note inluse.

A chi interessasse l’argomento rimando al mio articolo su JLIS sempre incentrato sulla questione semantic web e descrizioni archivistiche.

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.