Archimista: a new archival software

Italian Version

Hi mates!

For a year (well, almost two) the “beautiful minds” of Lombardy Region, Piedmont Region, Lombardy Superintendence of Archive, University of Pavia and Codex coop developed a new open source software for archival inventory and reorganization.

So, all of you are invited (with any vegetables you want throw to us) to the presentation of

Archimista

State Archives in Milan (Italy) November, 4th from 11.15 to 13.30 😉

Advertisements

Sulle licenze, ovvero siamo tutti eroi con il cuore degli altri

Non scrivo sul blog da un’era geologica (e sono anche stato rimproverato per questo).

Certo che forse potevo continuare il mio silenzio, se i post sono di questo tenore (mi farò perdonare a breve).

Ma, da un po’ di tempo, avverto un fastidio crescente: in giro, su vari blog, in conferenze (anche nel mio ambito, quello delle biblioteche e degli archivi), in incontri etc. c’è un pullulare di amici, fan, simpatizzanti, “esperti”, divulgatori dell’open source…

Bene, costoro, che tanto propugnano la bontà di un approccio open e un valore etico del free software scelgono per i loro blog, le loro slide, i lori appunti, la licenza Creative Commons – Attribution – Non Commercial.

Ora, come ogni amico, fan, simpatizzante, “esperto”, divulgatore dell’open source sa (o dovrebbe sapere), una licenza che non permetta la vendita non è, per definizione OSI, una licenza open…

Certo, mi si può obiettare che il codice sorgente è ben diverso dal contenuto e dal risultato artistico/scientifico, ma su questo io mi chiederei se è diverso nel senso più importante (lol) o diverso perchè non valgono i principi di sviluppo collettivo o i motivi etici di cui sopra…

O forse, più semplicemente, siamo tutti eroi con il cuore degli altri (per fermarsi a una versione politicamente corretta)

Generazione E-LIS [live blogging]

Approfittando di una wireless aperta e gentilmente messa a disposizione del prossimo provo a buttare giù alcune note (rapide e, temo, con molti errori) in diretta sull’incontro generazione e-lis, convegno a cui ho partecipato come referee.

Stranamente in un convegno che nella prima mattinata mi è sembrato in tono minore in quanto accesso di pubblico, la sala sembra abbastanza piena. Una sessantina di ascoltatori a una prima occhiata.

Purtroppo la macchina fotografica è inopportunamente scarica, per cui niente foto 😦

Continue reading