Dal (social) tagging al (social) mapping (seconda parte)

Ho presentato la reale esigenza di organizzare i propri materiali, ora vorrei focalizzarmi sulle differenza fra il tagging e il mapping, per introdurre l’uso di topincs.

A questo riguardo risulta particolarmente interessante un post di Lars Garshol: Tags/folksonomies and Topic Maps.

Garshol evidenzia tre diffcoltà che un uso, anche non esteso, delle Topic Maps potrebbe risolvere:

  • nomi ripetibili, acronimi, traduzioni, plurali, denominazioni alternative (tutte caratterizzabili con uso di scope);
  • è possibile specificare la tipologia del tag in modo da distinguere fra omonimie (Paris città, Paris eroe)
  • è possibile collegare i tag fra loro (in del.icio.us cioè è possibile solo per creare una gerarchia, rapporto 1:n) e collegare i tag con i documenti attraverso varie relazioni/associazioni (non solo “ha come keyword”, ma anche “ha come autore”, “ha come progetto” etc… in modo che una risorsa che parli di LArs Garshol sia indicata diversamente da una risorsa scritta da Garshol, ovvero la differenza fra autore/soggetto).

Semplificando brutalmente:

bruno2.png

Lo schema è estremamente semplificato: ad esempio RisorsaWeb dovrebbe essere espanso con relativi collegamenti a TopicName e alle varie occorrenze (eventualmente cercherò di completare lo schema). Per una modellazione maggiormente dettagliata si veda il Topic Maps Data Model, in particolare questo esempio). Peraltro è argomento di dibattito se sia consigliabile utilizzare UML per modellare una mappa topica o è maggiormente proficuo un approccio ORM.
Ovviamente poi le due classi saranno collegate (o avranno un attributo) a “utente” (per indicare chi inserisce la risorsa), ma al momento si può tralasciare l’aspetto social.

L’attributo, se vuole essere un attibuto, “data” è di fondamentale interesse: rimando a una lunga discussione su topicmapmail (prosegue qui) volta a sviscerare le difficoltà di trattare le date in una topic map.

Cosa c’entra Topincs?

Cosa c’entra in tutto queso l’editor topincs?
Nella presentare il progetto alla mailing list Robert Cerny evidenzia alcuni possibili utilizzi, in particolare:

  • WIKI
  • Content Managment System
  • Personal or Group Knowledge Management

E da qui può partire lo spunto a usare topincs per risolvere le esigenze citate nell’incipit.

2 thoughts on “Dal (social) tagging al (social) mapping (seconda parte)

  1. Pingback: Cultural Heritage E-Libraries and Archives

  2. Pingback: Cultural Heritage E-Libraries and Archives

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s