Archivi 2.0? Può essere

In seno al workshop di Archiexpò, Nuove rotte per la conoscenza: l’integrazione in rete dei sistemi informativi di archivi, biblioteche e musei, è stato segnalato l’interessante blog Archivagando, in particolare per gli spunti su un’embrionale discussione intorno a archivi e web 2.0 (in particolare a partire dalla traduzione del paper di Richard Lehane, Permettere di parlare nella sala di lettura virtuale)

La tematica non mi è indifferente visto che la prima parte del dottorato è spesa per permettere la descrizione di archivi nei termini del web semantico (mappatura fra ISAD(G) e Topic Maps Data Model e ISAAR(CPF) sempre con il TMDM).

Una delle applicazioni da me ipotizzata è quella di poter costruire alberi archivistici paralleli, definiti da diverse “scope note”.

Tempo fa ipotizzavo di usare un albero in AJAX (A come archivi in questo caso) sullo stile di quello presentato all’indirizzo <http://www.dhtmlgoodies.com/scripts/drag-drop-folder-tree/drag-drop-folder-tree.html> per studio negli archivi.

Sarebbe un passo eccessivo permettere ai singoli utenti di riorganizzare a loro modo la struttura di un archivio anche solo a fini di studio (intendendo studio dal lato archivistico e dal lato storico) e di salvarlo per i propri usi? Magari in questo caso la X di AJAX potrebbe essere rappresentata da EAD o da XTM…

About these ads

2 thoughts on “Archivi 2.0? Può essere

  1. Ma quando c’è stato questo workshop (Nuove rotte per la conoscenza: l’integrazione in rete dei sistemi informativi di archivi, biblioteche e musei) Non l’ho proprio visto nel programma. Ma che mi sono rincitrullita?? Torno adesso da un incontro di Archiexpo’, giusto sull’indicizzazione in ambito archivistico (Parole del 900) di cui farò una succinta blogcronaca. Grazie comunque per la segnalazione! e se hai argomenti sugli archives2.0, partecipa ti prego alla discussione – mi sono accorta, anche oggi, che non è ancora “entrato in agenda” del dibattito archivistico. Ma qui rischiamo di accodarci a scelte fatte da altri in altri contesti. Ciao P.
    PS. Leggo che qualche tuo interlocutore ha storto il naso al sentire nominare la soggettazione (indicizzazione) in ambito archivistico. E beh, siamo arrivati a questo anche noi (con circa dieci o quindi anni di ritardo…). Come si è detto oggi, e come io e altre pratichiamo dal 1996…

  2. era il 15, a latere della Conferenza regionale degli archivi, delle biblioteche e dei musei: “Integrare i servizi: una sfida per le nuove professioni della cultura”

    probabilmente risultava solo nel programma di quest’ultima e non di Archiexpò

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s